Terme naturali & Spa - Il Poderuccio
159
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-159,ajax_leftright,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Bagno Vignoni

La storia di Bagno Vignoni si lega strettamente alle sorgenti termali su cui questo borgo è stato costruito fin dall’antichità. Le sue acque venivano utilizzate già dai Romani, grazie soprattutto alla vicinanza con la via Francigena. Nel Cinquecento fu costruita la Piazza delle Sorgenti, una vasca da cui sgorgano ancora oggi le acque termali. Questo luogo è stato oggetto di visite da parte di personaggi illustri, come Santa Caterina da Siena, Papa Pio II e Lorenzo il Magnifico, ma anche il regista russo Tarkovskji. Nonostante i secoli di guerre e devastazioni, Bagno Vignoni conserva ancora l’aspetto e il fascino del periodo medievale in tutto il suo splendore. Oltre le colline coltivate a ulivi che circondano il borgo di Bagno Vignoni, a valle del paese la sorgente alimentava cinque antichi mulini scavati nella roccia, riportati alla luce e restaurati solo recentemente. Da sempre le istituzioni e le autorità locali hanno prestato particolare cura alla gestione e conservazione delle terme e del borgo posti al centro della Val D’Orcia. Il fascino di Bagno Vignoni è ancora oggi irresistibile, un luogo dove il tempo sembra essersi fermato.

vasca-bagno-vignoni
bagni-san-filippo

Bagni San Filippo

Bagni San Filippo è una piccola località termale del sud della Toscana. Storicamente nota per le sue acque, Bagni San Filippo é la meta ideale per una vacanza intima e rilassante. Lo stabilimento termale è dotato di piscina e centro benessere, e offre eccezionali trattamenti curativi e di bellezza completamente naturali grazie all’utilizzo delle acque sulfuree, dei sedimenti e dei fanghi. Per gli amanti della natura, il Fosso Bianco sarà un luogo perfetto: un torrente immerso nel bosco dove confluiscono diverse sorgenti di acqua calda in un susseguirsi di vasche (chiamate “pozze”) nel quale è possibile immergersi in ogni periodo dell’anno, e nel quale si possono ammirare le particolari formazioni calcaree che – per le loro forme suggestive – hanno ispirato diversi nomi come “la balena bianca” o “il ghiacciaio”.

Chianciano terme

A Chianciano Terme, nel parco termale secolare dell’acqua Acqua Santa in piazza Martiri Perugini, sgorgano le acque per la cura del fegato e dell’apparato gastroenterico. Le Terme di Chianciano sono aperte tutto l’anno e rappresentano il luogo ideale per le cure termali in Toscana. Qui vengono proposte le migliori offerte per usufruire di avanzate cure termali grazie all’esperienza e alla storia che caratterizza l’offerta termale di Chianciano. Si può beneficiare di cure ideali per il benessere psicofisico grazie alla presenza di vari impianti dedicati alla bellezza delcorpo, al relax e alla cura della persona.

Terme Sensoriali: Realizzate all’interno del parco termale dell’Acqua Santa, le Terme Sensoriali sono un stabilimento basato sui criteri della naturopatia. Qui si ha la possibilità di seguire percorsi diversi, mettendo in ordine le venti stanze che si incontrano per ottenere uno specifico risultato: depurativo, energizzante, riequilibrante. All’interno si incontrano: la piramide energetica, il melmarium, l’ice crash, piscine con idromassaggi, una di acqua salina, due saune, il bagno turco, le docce emozionali, la fonte dell’Acqua Santa, l’aromaterapia, la cromoterapia, la musicoterapia, il percorso Kneipp e la stanza del silenzio interiore. Esiste anche un’area relax interna dove sorseggiare tisane e un giardino dove prendere il sole. Si trova anche la “stanza del gusto” con un menu a buffet ideato dal professor Nicola Sorrentino. Al piano superiore delle Terme sensoriali, il Centro Benessere è stato studiato per coniugare le moderne tecnologie per la remise en forme ed il rilassamento psicofisico con l’estetica classica e le tecniche derivate dalla saggezza orientale, dalla naturopatia e dalla medicina olistica.

Piscina termale Theia: Theia significa “colei che splende fin lontano”. Nella mitologia greca, Theia era la madre di Selene, e non potevano che essere a lei intitolate le nuovissime piscine termali – quattro esterne e tre interne – tutte collegate tra loro per oltre 500 metri quadri di vasche, alimentate dall’acqua della sorgente termale Sillene. Questo a testimonianza della storia antica delle terme, conosciute dagli Etruschi e dai Romani. Ricche di anidride carbonica, carbonato di calcio, bicarbonato e solfati, che conferiscono loro la tipica opacità, esercitano un’azione antinfiammatoria sul sistema muscolo-scheletrico ed eutrofica sulla pelle. La temperatura dell’acqua delle piscine, compresa tra i 33 gradi e i 36 gradi, permette di usufruire delle piscine sia interne che esterne in tutte le stagioni dell’anno.

coppia-theia
terme-sensoriali-di-chianciano
Contattaci su WhatsApp